Ravazzata siciliana: la ricetta originale

Lo street food siciliano è apprezzato in tutta Italia per la sua esplosione di sapori; tra le varie cose, spicca la rosticceria. La ricetta che andremo a proporvi oggi, parla proprio di rosticceria siciliana; in particolar modo della ravazzata al ragù. Semplice e gustosissima, la ravazzata si presenta come un fagotto di pane morbido ripeno di semplice ragù. Ideale in qualsiasi momento della giornata, è particolarmente indicata come spuntino oppure come pranzo.

La lavorazione dell’impasto del pane è fondamentale nella riuscita del risultato finale, la morbidezza della rosticceria, inoltre, sarà data dall’aggiunta dello strutto al composto. Se preferite creare della rosticceria meno calorica, in alternativa, potrete anche sostituirlo con del burro o con della margarina vegetale, ma non vi assicuriamo la stessa consistenza.

Uno dei segreti per la riuscita della ravazzata è quello di far stringere bene il ragù in cottura, in modo da renderlo molto denso al fine di evitarne la fuoriuscita durante la consumazione. A questo punto, direi che non ci resta più nulla da aggiungere, se non di lasciarvi alla ricetta ed augurarvi la buona preparazione di uno dei classici della cucina sicula!

 

Lo street food siciliano è apprezzato in tutta Italia per la sua esplosione di sapori; tra le varie cose, spicca la rosticceria. La ricetta che andremo a proporvi oggi, parla proprio di rosticceria siciliana; in particolar modo della ravazzata al ragù. Semplice e gustosissima, la ravazzata si presenta come un fagotto di pane morbido ripeno di semplice ragù. Ideale in qualsiasi momento della giornata, è particolarmente indicata come spuntino oppure come pranzo. La lavorazione dell'impasto del pane è fondamentale nella riuscita del risultato finale, la morbidezza della rosticceria, inoltre, sarà data dall'aggiunta dello strutto al composto. Se preferite creare della rosticceria meno calorica, in alternativa, potrete anche sostituirlo con del burro o con della margarina vegetale, ma non vi assicuriamo la stessa consistenza.  Uno dei segreti per la riuscita della ravazzata è quello di far stringere bene il ragù in cottura, in modo da renderlo molto denso al fine di evitarne la fuoriuscita durante la consumazione. A questo punto, direi che non ci resta più nulla da aggiungere, se non di lasciarvi alla ricetta ed augurarvi la buona preparazione di uno dei classici della cucina sicula!

Tempo cottura:15 Min
Tempo preparazione:60 Min
Tempo totale:75 Min
Categoria:Piatto unico
Dosi per::12 ravazzate
Metodo di cottura:Cottura in forno
Preparazione
1. Per questa ricetta, preparate il ragù come siete soliti fare e cuocetelo fino a quando non si sarà ristretto bene; iniziate, dunque, con il procedimento per l'impasto.

2. In una planetaria setacciate le farine mischiandole allo strutto; dunque iniziatele a lavorare aggiungendo man mano il latte.

3. Fate riscaldare l'acqua fino a quando non sarà tiepida; poi scioglietevi all'interno il lievito di birra e lo zucchero.

4. Aggiungete il composto all'impasto in lavorazione ed ultimate con il sale.

5. Continuate ad impastare fino a quando il risultato non sarà ben liscio ed elastico.

6. A questo punto trasferite in una terrina capiente, coprite con pellicola e fate lievitare tra le 4 e le 6 ore.

7. Quando l'impasto avrà lievitato, dividetelo in 12 palline di uguale peso e fate, con ognuna, un disco di 3 mm steso con il mattarello.

8. Disponete su ogni disco una generosa cucchiaiata di ragù; quindi chiudete a fagotto facendo aderire bene e capovolgete.

9. Coprite con un canovaccio e lasciate lievitare ancora un'oretta.

10. Quindi spennellate con i tuorli mischiati a qualche cucchiaio d'acqua, aggiungete del sesamo in superficie ed infornate a 200 gradi per 15 minuti circa.

11. Sfornate e servite ben caldi.
Ingredienti
* 220gr di farina 0
* 220gr di semola integrale
* 200gr di latte
* 80gr d'acqua
* 25gr di strutto o burro
* 2gr di lievito di birra secco
* 1 cucchiaino di zucchero
* 9gr di sale
* 2 tuorli
* Semi di sesamo q.b.