Bignè fatti in casa: ecco come fare

Nonostante possa sembrare il contrario, i bignè fatti in casa sono una delle preparazioni più semplici da cui iniziare se vi state avvicinando al mondo della pasticceria. Con pochissimi ingredienti, infatti, potrete ottenere un prodotto gustoso e ben fatto. In questa ricetta, inoltre, non troverete lo zucchero; per cui, una volta cotti, potrete tranquillamente fare dei vostri bignè un antipasto salato.

La pasta choux, ossia il nome originale di questa preparazione, al contrario di come si possa pensare a causa del nome, si deve ad un pasticcere italiano. In seguito, poi, attraverso alcune modifiche da parte di altri cuochi, di cui alcuni francesi, le attribuirono questo nome per la bizzarra forma somigliante ad un cavolfiore che assumevano i bignè una volta cotti. “Choux”, infatti, in francese, significa proprio cavolfiore.

L’unica difficoltà che potreste riscontrare in questa ricetta, infine, se non siete molto pratici con la sac à poche, è proprio la formazione dei bignè. Una volta disposta della carta forno su una leccarda, meglio ancora se avete il tappetino in silicone; non vi resterà cher lasciar fuoriuscire il composto come a formare delle piccole semisfere. Non è importante, infatti, avere cura della forma previa-cottura, perchè questa, in forno, verrà da sé.

Nonostante possa sembrare il contrario, i bignè fatti in casa sono una delle preparazioni più semplici da cui iniziare se vi state avvicinando al mondo della pasticceria. Con pochissimi ingredienti, infatti, potrete ottenere un prodotto gustoso e ben fatto. In questa ricetta, inoltre, non troverete lo zucchero; per cui, una volta cotti, potrete tranquillamente fare dei vostri bignè un antipasto salato. La pasta choux, ossia il nome originale di questa preparazione, al contrario di come si possa pensare a causa del nome, si deve ad un pasticcere italiano. In seguito, poi, attraverso alcune modifiche da parte di altri cuochi, di cui alcuni francesi, le attribuirono questo nome per la bizzarra forma somigliante ad un cavolfiore che assumevano i bignè una volta cotti. "Choux", infatti, in francese, significa proprio cavolfiore.  L'unica difficoltà che potreste riscontrare in questa ricetta, infine, se non siete molto pratici con la sac à poche, è proprio la formazione dei bignè. Una volta disposta della carta forno su una leccarda, meglio ancora se avete il tappetino in silicone; non vi resterà cher lasciar fuoriuscire il composto come a formare delle piccole semisfere. Non è importante, infatti, avere cura della forma previa-cottura, perchè questa, in forno, verrà da sé.

Tempo cottura:20 Min
Tempo preparazione:20 Min
Tempo totale:40 Min
Categoria:Dolci
Dosi per::30 bignè
Metodo di cottura:Cottura in forno
Preparazione
1. Prendete un pentolino e mettetevi all'interno il burro, l'acqua ed un pizzico di sale; dunque portate a bollore.

2. A questo punto togliete dal fuoco, aggiungete la farina setacciata tutta in una volta e mescolate energicamente con una frusta.

3. Fatto ciò, riportate sul fuoco mescolando sempre con un cucchiaio di legno finchè il composto non si sarà asciugato.

4. Togliete nuovamente dal fuoco, e, continuando a mescolare, aggiungete un uovo alla volta; abbiate cura di non mettere quello successivo se il precedente non è stato ancora assorbito del tutto.

5. Quando il composto sarà denso, omogeneo e non si attaccherà più al pentolino; potrete trasferire la vostra pasta choux in una sac à poche.

6. Ricoprite una leccarda di carta forno e, con l'aiuto dalla sac à poche, create i vostri bignè ben distanziati tra di loro.

7. Infornate ad una temperatura di 180 gradi e faterli cuocere finchè non saranno dorati in superficie, ci vorranno circa 20/25 minuti.

8. Una volta completata la cottura, fate riposare nel forno socchiuso per una decina di minuti circa; poi i vostri bignè saranno pronti per la farcitura.

Ingredienti
* 70g di farina 00
* 120g d'acqua
* 60g di burro
* 2 uova
* Sale q.b.