Il brasato al barolo: un secondo piatto importante

Il brasato al barolo è una tipica ricetta della cucina piemontese; si tratta di uno stufato cotto a lungo nell’omonimo vino. È preferibile utilizzare carne di bovini appartenenti alla razza piemontese (fassone) ma se non riuscite a trovarla va benissimo qualsiasi razza abbiate a disposizione.

In alternativa al barolo è possibile utilizzare anche un altro vino rosso corposo ma, com’è ovvio, non avrà lo stesso sapore della ricetta originale. Importante è invece utilizzare il taglio di carne adatta e cioè il così detto cappello del prete, o arrosto della vena, un taglio ricavato dal quarto anteriore del manzo.

Il segreto per un brasato perfetto sono due: l’uso di un buon vino e la lunga marinatura. Usando un vino di ottima qualità vi assicurerete che la vostra carne avrà un gusto eccezionale. Rispettare i lunghi tempi di marinatura, invece, farà si che il vostro brasato diventi morbido e tenero, da sciogliersi in bocca, a fine cottura.

Vediamo dunque come preparare questo piatto della tradizione piemontese, perfetto per le occasioni importanti o le feste!

Il brasato al barolo è una tipica ricetta della cucina piemontese; si tratta di uno stufato cotto a lungo nell'omonimo vino. È preferibile utilizzare carne di bovini appartenenti alla razza piemontese (fassone) ma se non riuscite a trovarla va benissimo qualsiasi razza abbiate a disposizione. In alternativa al barolo è possibile utilizzare anche un altro vino rosso corposo ma, com'è ovvio, non avrà lo stesso sapore della ricetta originale. Importante è invece utilizzare il taglio di carne adatta e cioè il così detto cappello del prete, o arrosto della vena, un taglio ricavato dal quarto anteriore del manzo. Il segreto per un brasato perfetto sono due: l'uso di un buon vino e la lunga marinatura. Usando un vino di ottima qualità vi assicurerete che la vostra carne avrà un gusto eccezionale. Rispettare i lunghi tempi di marinatura, invece, farà si che il vostro brasato diventi morbido e tenero, da sciogliersi in bocca, a fine cottura.
Preparazione
1. Iniziate con il mettere in una ciotola qualche chiodo di garofano, dei grani di pepe nero, il rosmarino, 2-3 foglie di alloro e la stecca di cannella.

2. Unite anche carota, sedano e cipolle che avrete pulito e tagliato a pezzetti di uguali dimensioni.

3. Adagiatevi sopra il pezzo di carne e innaffiate con il vino, in modo da coprire il tutto.

4. Fate marinare per 12 ore, coprendo con della pellicola alimentare e tenendo in frigo.

5. Trascorso il tempo indicato, rimuovete la carne e asciugatela con della carta assorbente.

6. Tenete da parte la marinatura.

7. In una padella capiente versate 45 ml di olio e il burro e fate scaldare.

8. Quando la temperatura sarà abbastanza alta fate rosolare la carne nei grassi e sigillate tutti i lati.

9. Spostate adesso la carne, insieme ai grassi, in una pentola alta e unitevi le verdure della marinatura.

10. Dopo 10-15 minuti di cottura unite anche parte della marinatura stessa in modo da coprire per poco più della metà la carne.

11. Coprite con un coperchio la pentola e lasciate cuocere per 1 ora circa a fuoco basso.

12. Rigirate la carne e se dovesse essersi asciugato troppo il fondo unite altra marinatura.

13. Fate cuocere la carne per 1 altra ora.

14. Passate le due ore di cottura rimuovete la carne dalla pentola e lasciatela raffreddare.

15. Filtrate il fondo con le verdure e gli aromi ed eliminate questi ultimi.

16. Unite nuovamente le verdure al fondo filtrato e con un frullatore a immersione frullate il tutto, fino ad ottenere una salsa densa.

17. Una volta riposata, tagliate a fette la vostra carne, disponetela in una pirofila da portata e guarnite con la salsa.

18. Scaldate in forno leggermente prima di servirla e gustate.

19. Buon appetito!
Ingredienti
* 1 kg di cappello del prete di manzo
* 2 carote
* 1 bottiglia di Barolo
* 1 rametto di rosmarino
* 2 coste di sedano
* 1 cipolla bionda
* 1 spicchio di aglio
* 20 gr di burro
* 1 stecca di cannella
* 2 foglie di alloro
* chiodi di garofano
* pepe nero in grani
* sale
* olio evo