Tutte le proprietà nascoste del broccolo

Amato dai grandi ed odiato dai più piccini, il broccolo è sicuramnete tra quei fiori che più di tutti popolano le tavole degli italiani. Eh sì! perchè infatti si tratta proprio di un fiore! Il nome della pianta, inoltre, è “Brassica oleracea” ed appartiene alla famiglia delle crucifere. Della stessa, inoltre, fanno parte anche i cavolfiori, i cavoletti di Bruxelles, le rape, la verza ed i cavoli. Un’altra caratteristica comune, inoltre, oltre alla famiglia di provenienza, è iln tipo di odore che emanano da crudi: una sostanza di nome sulforafano. Tra queste righe, però, c’è sicuramente qualcosa che non sapete; ebbene sì perchè a volte mettiamo delle cose in tavola senza nemmeno sapere la metà di tutte le loro proprietà ed incredibili benefici! Oggi, dunque, andremo ad esplorarli insieme.

Il broccolo: le incredibili proprietà

Iniziamo dal principio: dunque intanto si tratta di uno degli alimenti idratanti per eccellenza perchè contiene oltre l’85% d’acqua, e quindi, come saprete, è perfetto per una dieta equilibrata. Nonostante ciò, i broccoli sono anche ricchi di proteine, 100g di broccolo, ad esempio, contiene 3 grammi di proteine, valore a cui molte verdure non si avvicinano nemmeno. Oltre a questi dati tecnici, il broccolo è da apprezzare anche per il suo ottimo contenuto di fosforo, calcio, ferro e potassio; ricco anche di sali minerali e di vitamine C, B1, B2 e K, ottime per nutrire il nostro sistema immunitario! Da non dimenticare, infine, è anche l’alto contenuto di fibre, ottime per l’organismo, in particolar modo se stiamo cercando di perdere peso e diminuire la massa grassa.

Ma andiamo, adesso, ad addentrarci nei numerosi effetti benefici e proprietà come quelle gastroprotettive, antimicrobiche, antiossidanti, epatoprotettive (in favore del fegato) e persino antitumorali. Ciò che non immaginate, inoltre, è che abbia anche delle caratteristiche antinfiammatorie, antiobesità e cardioprotettive in quanto è capace di ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. Insomma, si tratta proprio di un alimento da includere largamente nella nostra alimentazione quantomeno settimanale, dunque meno piagnistei e più broccoli!