Spesso dagli errori nascono le ricette migliori, la torta caprese ne è un esempio, è un dolce che fu inventato da Carmine Di Fiore, intorno al 1920, che dimenticò di aggiungere la farina al composto. Ma una volta sfornato il dolce, complici la meravigliosa consistenza umida e morbida così come la sua naturale assenza di glutine, conquistò tutti. Da quel momento in poi la torta caprese è diventata un simbolo della pasticceria caprese e campana, oramai conosciuta ovunque, tutti la amano. Molto apprezzata sia dagli adulti che dai bambini.

Torta caprese – Ingredienti

Ingredienti per uno stampo da 22 cm:

  • Cioccolato fondente al 50% da grattugiare 170 g
  • Mandorle pelate (da ridurre in polvere) 85 g
  • Nocciole intere spellate di Giffoni (da ridurre in polvere) 85 g
  • Zucchero a velo 170 g
  • Burro ammorbidito 170 g
  • Fecola di patate 25 g
  • Cacao amaro in polvere 14 g
  • Albumi a temperatura ambiente 148 g
  • Tuorli a temperatura ambiente 85 g
  • Lievito in polvere per dolci 4 g
  • Baccello di vaniglia di Bourbon ½
  • Sale fino 1 pizzico

Per decorare:

  • Zucchero a velo q.b.

Torta caprese – Preparazione

Per preparare la torta caprese cominciate versando in una ciotola il burro a temperatura ambiente, metà dello zucchero e i semi raschiati con un coltellino da mezza bacca di vaniglia.

Azionate le fruste a velocità medio-alta e dopo 6-7 minuti aggiungete anche il pizzico di sale e i tuorli d’uovo. Anche le uova vanno lasciate a temperatura ambiente per almeno 12 ore.

Il composto dopo pochi minuti risulterà ben spumoso quindi spegnete la fruste, ripulite la ciotola con una spatola raccogliendo tutto il composto e tenete da parte. In un’altra ciotola miscelate le polveri, unite il cioccolato grattugiato, le mandorle in polvere, e le nocciole in polvere. Poi setacciate la fecola di patate, il lievito per dolci e il cacao amaro in polvere.

Mescolate bene il tutto e tenete da parte. In un’altra ciotola versate gli albumi e il rimanente zucchero a velo. Assicuratevi che le fruste siano ben pulite, altrimenti gli albumi non monteranno, e azionatele.

Dopo qualche minuto risulterà lucido e spumoso: non dovete montare a neve ma dovrà fare il classico becco d’uccello. Tutte le preparazioni sono completate, quindi preriscaldate il forno a 170° in modalità ventilata e iniziate a miscelarle: aggiungete al composto di tuorli e burro un terzo degli albumi montati, poi un terzo delle polveri e amalgamate bene con la spatola, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto.

Man mano aggiungete ancora un terzo degli albumi e un terzo delle polveri e continuate così fino a che non otterrete un impasto uniforme.

Versate il composto liscio e cremoso in una tortiera da 22 cm già imburrata e infarinata con fecola di patate. Livellate accuratamente la superficie e cuocete in forno ventilato a 170° per circa 45 minuti.

Una volta cotta, lasciate intiepidire la torta nello stampo, poi capovolgetela e sformatela. Poi rigiratela nuovamente su un piatto foderato con carta forno e lasciatela raffreddare completamente. Una volta fredda, capovolgete la torta un’ultima volta, eliminate la carta forno e spolverizzate la superficie con zucchero a velo. La vostra torta caprese è pronta.

Torta caprese – Consigli utili

La torta caprese può essere conservata a temperatura ambiente, in un luogo fresco, sotto una campana di vetro per 3-4 giorni. Una versione alternativa della torta caprese prevede il cioccolato fuso ma in questo caso il risultato ottenuto sarà più compatto. Se preferite potete provare entrambe le versioni scegliendo poi quella che preferite!

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here