La ricetta tradizionale che vi proponiamo oggi arriva dal Portogallo, si tratta di un secondo piatto molto goloso, per servire in modo più originale e sfizioso il pollo, andremo a vedere come si prepara il pollo piri piri. Il suo nome deriva dalla lingua africana dove piri piri sta per peperoncino. Questi peperoncini piccanti furono importati dai portoghesi dall’Angola e dal Mozambico. In questa ricetta i peperoncini vengono frullati assieme a paprika, aglio, olio e aceto per formare una salsa densa, dal sapore deciso, con cui si insaporisce il pollo durante la cottura. Accompagnate il pollo piri piri con dell’insalata o con delle patatine fritte per una cena molto particolare, magari in compagnia.

Pollo piri piri – Ingredienti

Ingredienti per 4 persone:

  • Pollo intero 1
  • Peperoncino fresco 180 g
  • Olio extravergine d’oliva 130 g
  • Paprika dolce 10 g
  • Aceto di mele 5 g
  • Limoni non trattato 1
  • Aglio 1 spicchio
  • Sale fino q.b.

Pollo piri piri – Preparazione

Per preparare il pollo piri piri, iniziate dai peperoncini. Sciacquateli sotto l’acqua corrente, tamponateli con un panno da cucina e poneteli su un tagliere.

Incidente l’estremità con un coltellino, eliminando il peduncolo, dopodiché dividete ogni peperoncino a metà per il senso della lunghezza. Infine, scavate la parte interna aiutandovi con il coltellino per eliminare i semi.

Trasferite i peperoncini tagliati e mondati in un mixer, aggiungete uno spicchio d’aglio intero sbucciato e salate a piacere.

Continuate versando l’olio extravergine di oliva, dopodiché tagliate a metà un limone non trattato e spremetelo con uno spremiagrumi. Quindi unite il succo di limone al resto del composto.

Aggiungete la paprika dolce in polvere e l’aceto. A questo punto azionate il mixer per qualche secondo fino ad ottenere un composto denso e omogeneo, che conserverete in frigorifero fino al momento di utilizzarlo.

Ora dedicatevi al pollo: ponete il pollo intero non disossato e con la pelle su un tagliere e tagliatelo a metà, incidendo il petto e avendo cura di non rompere le ossa, in caso potete effettuare questa operazione anche con il trinciapollo. Infine cercate di aprire il pollo il più possibile aiutandovi con le mani.

Dopodichè mettete a scaldare la piastra e nel frattempo ungete la superficie del pollo con l’olio extravergine di oliva. Non appena la piastra sarà ben calda, adagiateci il pollo oliato.

Per favorire la cottura, disponete un peso sopra il pollo: qui è stato sistemato un tagliere con sopra una pentola piena d’acqua, quindi fate cuocere il primo lato per circa 20 minuti a fuoco vivace.

Trascorso questo tempo, girate il pollo dall’altro lato aiutandovi con una paletta e fate cuocere per altri 20 minuti sempre a fuoco vivace, senza porre alcun peso sopra. Quindi prendete la salsa piri piri che avevate messo da parte e spennellate l’intera superficie del pollo.

Una volta cotto anche l’altro lato, rigirate il pollo sempre aiutandovi con una paletta e cospargete di salsa piri piri anche l’altro lato, continuando a cuocere per circa 4 minuti. Quindi rigirate il pollo e lasciate cuocere per circa 5 minuti, a questo punto il vostro pollo piri piri è pronto per essere servito caldo.

Pollo piri piri – Consigli utili

Potete conservare il pollo piri piri in frigorifero per 2-3 giorni in un contenitore ermetico o ben coperto da pellicola.  Se volete smorzare il sapore piccante del pollo piri piri, potete spennellare il pollo con del miele millefiori durante la cottura e accompagnarlo con del riso basmati.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here